Rassegna stampa - Energie rinnovabili 16-03-2009

Svezia " Il sogno? Energia pulita per tutti"

Raccontano che Carlo XIV di Svezia portasse sul torace un tatuaggio segreto con la scritta «Morte ai re» — non male per il fondatore di uno dei casati più longevi d’Europa. Nato Jean-Baptiste Bernadotte, repubblicano francese della prima ora entrato via matrimonio nel clan dei Bonaparte, il figlio adottivo dell’ultim o sovrano degli Holstein-Gottorp portò aria nuova a Corte salendo al trono nel 1818 e imprimendo quel tocco «rivoluzionario» che contraddistingue la monarchia svedese ancora oggi.

Carlo XVI Gustavo e la regina Silvia guidano un’istituzione super partesbrasiliane che ricopre un ruolo puramente simbolico e nei sondaggi sfiora il 90 per cento dei consensi, atipico frutto di quel modello svedese che mescola diffidenza per il conflitto sociale (e politico) e scarso attaccamento alla tradizione. Coppia poco ortodossa, formatasi «per un colpo di fulmine» (di lui) alle Olimpiadi di Monaco ’72 dove lei borghese di origini tedesche(il nome completo è Silvia Renate Sommerlath) faceva la hostess. Dal 24 al 27 marzo i sovrani saranno in visita ufficiale in Italia su invito del presidente Giorgio Napolitano, insieme a una delegazione di rappresentanti del governo conservatore di Fredrik Reinfeldt e di industriali interessati a consolidare la presenza svedese sul mercato italiano, soprattutto nel settore delle tecnologie ecosostenibili — l’ambiente sarà il tema al centro del semestre della presidenza svedese dell’Ue che si aprirà il prossimo primo luglio.

«Ho un sogno — confessa il re seduto davanti al camino acceso in un salotto del Palazzo reale che dà su Gamla Stan, la Città vecchia —, che un giorno tutti possano produrre autonomamente l’energia di cui hanno bisogno, per la casa o i mezzi di trasporto. È fondamentale sostenere la ricerca nelle tecnologie pulite, occorre un salto in avanti anche nella mentalità imprenditoriale poiché la programmazione a lungo termine deve sostituire la ricerca del guadagno immediato. Non entrare in quest’ottica significa mettere a repentaglio l’avvenire dei nostri figli».

 
 

100% rinnovabili ora! - Francesca Sartogo
 
 
banner eurosolar
spazio banner

NEWS dal Web
Repubblica.it » ambiente

Il risultato di una ricerca australiana: le acque piovane e reflue potenziali canali per la diffusione della resistenza


Il blocco di ghiaccio di 315 miliardi di tonnellate, grande oltre 1.600 km², si è staccato dall'Amery. La glaciologa rassicura: "Fenomeno normale, non dovuto ai cambiamenti climatici. E' lo stato dell'Antartide a preoccupare"


NEWS dal Web
Legambiente.it


EUROSOLAR BulgariaEUROSOLAR Česká republikaEUROSOLAR DanmarkEUROSOLAR EspanaEUROSOLAR FranceEUROSOLAR LuxembourgEUROSOLAR ÖsterreichEUROSOLAR TürkiyeEUROSOLAR UKaltre sezioni EUROSOLAR...

Display Pagerank      © Eurosolar Italia 2008 - 2012 | webmaster: EOF