News - Energie rinnovabili 31-03-2011

L' esempio dei 7000 comuni sulla via del sole e del vento

Non poteva risultare più tempestivo e attuale il quinto Rapporto annuale di Legambiente sui "Comuni rinnovabili", quelli cioè che ricavano energia dal sole, dal vento, dai corsi d' acqua, dal calore della terra o dalle biomasse. E non solo perché rilancia la speranza delle fonti alternative, all' indomani del disastro di Fukushima e della moratoria nucleare. Ma anche perché s' inscrive in un filone che potrebbe essere definito "federalismo energetico", imperniato su una produzione diffusa nel territorio contrapposta a quella tradizionale concentrata nei grandi impianti. Di fronte alla catastrofe giapponese, il mondo intero è costretto oggi a interrogarsi su un nuovo modello di sviluppo sostenibile, in linea con la green economy, compatibile innanzitutto con il rispetto della salute e la tutela dell' ambiente. È la base di quella "democrazia energetica" che ormai s' impone su scala planetaria. Dall' era del petrolio a quella delle rinnovabili, la transizione sarà inevitabilmente lunga e graduale, ma si tratta evidentemente di una strada obbligata per tutto il genere umano. Il monito che arriva da Fukushima, come già un quarto di secolo fa da Chernobyl, è tanto chiaro quanto severo: non c' è progresso al di fuori della sicurezza. L' energia nucleare - ha avvertito ancora ieri il Premio Nobel per la Fisica, Carlo Rubbia - non risolve da sola il problema e comunque non è ineluttabile. Tocca ai cittadini scegliere e decidere. Quello offerto dagli oltre settemila Comuni italiani che ospitano almeno un impianto di energia rinnovabile, censiti dal Rapporto 2011 di Legambiente, è dunque un esempio virtuoso che va seguito e valorizzato. La crescita del fenomeno, negli ultimi cinque anni, è stata senz' altro confortante, al di là di qualsiasi previsione o aspettativa. Testimonia una consapevolezza e un senso di responsabilità molto più avanzati a livello locale che a livello centrale. È l' Italia dei "mille campanili" che si richiama alla propria storia e alle proprie radici per rivendicare l' identità nazionale, applicandola alla questione energetica. -
 GIOVANNI VALENTINI

 
 

100% rinnovabili ora! - Francesca Sartogo
 
 
banner eurosolar
spazio banner

NEWS dal Web
Repubblica.it » ambiente

Il risultato di una ricerca australiana: le acque piovane e reflue potenziali canali per la diffusione della resistenza


Il blocco di ghiaccio di 315 miliardi di tonnellate, grande oltre 1.600 km², si è staccato dall'Amery. La glaciologa rassicura: "Fenomeno normale, non dovuto ai cambiamenti climatici. E' lo stato dell'Antartide a preoccupare"


NEWS dal Web
Legambiente.it


EUROSOLAR BulgariaEUROSOLAR Česká republikaEUROSOLAR DanmarkEUROSOLAR EspanaEUROSOLAR FranceEUROSOLAR LuxembourgEUROSOLAR ÖsterreichEUROSOLAR TürkiyeEUROSOLAR UKaltre sezioni EUROSOLAR...

Display Pagerank      © Eurosolar Italia 2008 - 2012 | webmaster: EOF