rassegna stampa - Energie rinnovabili 03-04-2012

Energie rinnovabili, tagli ai superbonus

ROMA - «Si è speso troppo e male». Così il ministro dello Sviluppo Corrado Passera ha bollato i superincentivi per le rinnovabili che ora dovranno essere ricondotti entro un perimetro compatibile con lo sviluppo senza la speculazione. I tecnici dei tre ministeri coinvolti, Sviluppo economico, Ambiente e Politiche agricole, sono già al lavoro per definire i decreti attuativi per un Quinto conto energia. Uno scenario del resto già delineato dal ministro dell' Ambiente Corrado Clini all' indomani della sua nomina. Ora si entra nel concreto dopo i prevedibili allarmi sul caro bolletta. Che da aprile aumenterà del 5,8% mentre è già previsto un ulteriore ritocco del 4% a partire dal mese di maggio. Se restano in piedi le dichiarazioni dell' altro giorno del ministro Clini secondo il quale «non c' è alcuna sorpresa in arrivo per il settore del fotovoltaico», nel senso che saranno graziati gli impianti domestici di piccole dimensioni e quelli a forte innovazione tecnologica mentre per gli altri ci saranno incentivi meno generosi. Tutte cose previste ma ora bisogna vedere le cifre che Clini metterà nel decreto anche su pressione dell' Authority dell' energia che per ora ha congelato nella bolletta gli aumenti da rinnovabili. In una nota il ministro Clini l' altro giorno ha infatti specificato che: «La revisione del conto energia è prevista dal decreto del 2011 e, come è noto, deve portare a una riduzione degli incentivi tenendo conto dei prezzi attuali dei moduli fotovoltaici e dell' esigenza di non superare il limite stabilito di 7 miliardi l' anno». Tetto già ampiamente superato visto che entro l' anno i bonus arriveranno a superare i 10 miliardi di euro al netto degli «accessori». Nello specifico «gli incentivi dovranno continua a leggere su Corriere della Sera...

 
 

Smart Cities (Roma 5 giugno 2012)
SINTESI CONCLUSIVA di Federico Butera
 
 
banner eurosolar
spazio banner

NEWS dal Web
Repubblica.it » ambiente

Il rapporto di Legambiente disegna una realtà a due facce: al nord Frecciarossa e Italo, a sud Intercity e convogli regionali


Attraverso una app nata da un progetto dell'Università della Pennsylvania a cui ha collaborato l'Istituto per la protezione sostenibile delle piante del Cnr


NEWS dal Web
Legambiente.it

“Le demolizioni sono l’unico deterrente al nuovo cemento illegale”

 

“La ripresa delle demolizione degli abusi edilizi nell’Oasi del Simeto è un segnale importante che va nella direzione opposta rispetto a quella intrapresa dai comuni  siciliani che da tempo cercano una via d’uscita che salvi le case illegali dalle ruspe”.

Così commentano Vittorio Cogliati Dezza e Mimmo Fontana, rispettivamente presidente nazionale e regionale di Legambiente, l’attività  di ripristino della legalità avviata oggi dal Comune e dalla Procura della Repubblica di Catania.

Posizione in evidenza: 
Informati

leggi tutto



EUROSOLAR BulgariaEUROSOLAR Česká republikaEUROSOLAR DanmarkEUROSOLAR EspanaEUROSOLAR FranceEUROSOLAR LuxembourgEUROSOLAR ÖsterreichEUROSOLAR TürkiyeEUROSOLAR UKaltre sezioni EUROSOLAR...

Display Pagerank      © Eurosolar Italia 2008 - 2012 | webmaster: EOF